mercoledì 16 dicembre 2015

FOGNATURE: COME SI RISOLVONO I PROBLEMI DI UNA FOGNATURA INTASATA. Parte 1: Intervento Condominio "Pioppi 1" a Verrone (BI)

PREMESSA.

In questo post, voglio parlarvi di come sistemare una fognatura, sicuramente tutti sanno cosa è, ma quanti sanno come è realizzata o peggio come si ripara?
Ovviamente per rispondere a questi interrogativi bisogna avere anche una piccola esperienza in tali lavori, e naturalmente posso aiutarvi grazie ad un paio di esperienze dirette che ho avuto sul campo sia nella realizzazione del nuovo sia nella pulizia o sistemazione di una vecchia fognatura.
 Io non ho la pretesa di darvi l'unica soluzione possibile ma posso comunque darvi una soluzione pratica del problema in caso di otturazione tubo non risolvibile solo con il solo spurgo.


ECCO QUI IL PRIMO CASO: RECUPERO DI FOGNATURA CONDOMINIALE SATURA E REALIZZAZIONE DI PARTE DI NUOVA FOGNATURA.


Nel nostro primo esempio posto la nostra esecuzione avvenuta al condominio "Pioppi" di Verrone (BI) un vecchio condominio inizio anni 70, di cui avevamo ricevuto l'appalto in assemblea condominiale. Tale condominio è composto da due edifici: Pioppi 1 e Pioppi 2.
Qui sotto in foto la spiegazione dettagliata complessiva di tutto l'intervento vedi foto 1 ed in foto 2 il suo ingrandimento.

1.Planimetria in progetto presso il condominio Pioppi 1 e 2 a Verrone (BI)


Come primo lavoro abbiamo iniziato dal Pioppi 1 (quello in alto in foto 1 in alto a destra ed ingrandito in foto 2 per comprendere la tipologia).
  • Rompere l'asfalto e rompere le aiuole e rompere sopra il tubo esistente (il tratto in viola che vedere in alto a destra con le quote)
  • demolire la fossa biologica (il circolino rosso nel disegno) causa di continue otturazioni e cattivi odori, ormai non più necessaria in quanto la fognatura comunale esistente ormai collegata al depuratore comunale
  • Rifare la linea di scarico (10 mt in totale) con tubazioni di diametro massimo fino ad un Ø di 200 cm con tanto di pozzetti e smaltimento vecchia linea
  • Nuovo pozzetto di scarico da 50 x 50
  • Reinterro di tutto lo scavo sulla linea così completata e consegna del lavoro finito.
2. Ingrandimento della planimetria di foto 1 in alto per intervento Pioppi 1


AMBIENTAZIONE


 Ecco qui alcune foto generali per capire l'ambiente dei due condomini giusto per capirne il contesto:



3. Foto del Pioppi 1 come si presenta nel cortile interno (il nostro lavoro inizia nell'aiuola li in fondo)
4. Vista a 45° del Pioppi 1 dalla via d'accesso al cortile


5. Foto del Pioppi 2  a 45° sulla via Zumaglini e sul retro Pioppi 1

6. Foto frontale del Pioppi 2 dalla via Zumaglini

INTERVENTO AL PIOPPI 1

Da qui in avanti s'inizia a parlare della realizzazione del lavoro che è iniziato a partire dal condominio Pioppi 1 (argomento di questo post) vedi sia la planimetria di foto 1 sia la foto 2 per capire il nostro lavoro e comprenderne le difficoltà operative. Iniziamo subito con la foto 7, sicuramente non una bella vista, ma questa era una delle conseguenze del intasamento della fogna ed essendo noi stati chiamati per risolvere il problema ci siamo fatti carico anche di coordinare lo spurgo della fossa biologica (Imhoff) esistente. Naturalmente il tutto dopo aver già rotto il marciapiede dietro il Pioppi 1 , vedi sempre la foto 2.

7. Fossa biologica piena del Pioppi 1

Sotto il mio video "Spurgo fossa biologica" per capire come si svuota una fossa biologica piena.

  
 Spurgo fossa biologica


Nella foto 7 abbiamo il posizionamento della fossa biologica rispetto al condominio (Pioppi 1), dopo lo svuotamento dello spurgo ed inizio rottura della stessa.
8. Posizionamento della fossa biologica del Pioppi 1



Video di demolizione del vecchia fossa biologica


Altro particolare non proprio bellissimo  alla fine della pulizia della fossa biologica (vedi foto 9) ma necessario per far comprendere le difficoltà del caso, ovviamente per poterla fare abbiamo dovuto rimuovere il grande e pesante coperchio in cemento rotondo che vedete benissimo nelle foto 7 e 8 e nel video per  poter arrivare poi a fondo della fossa anche con lo spurgo.


9. Fine pulizia fossa Biologica con spurgo
Da questo punto in avanti si lavora sul "pulito" (se lo paragoniamo con le immagini prese in esame fino ad ora), quindi "sanificata" (demolita e ricoperta di sabbia) la fossa biologica abbiamo iniziato a costruire il pozzetto di capostazione acque nere e bianche nel condominio con 2 anelli in cemento 50 x 50 (qui sotto in foto 10) vediamo il primo anello.




                                   10. Nuovo pozzetto in fase di realizzazione al posto della vecchia fossa biologica

E qui sotto ancora vediamo il secondo anello (foto 11aggiunto sulla stesso tombino già presente in foto 10 (il punto di vista della foto è diverso ma spero sia chiaro ugualmente).

11. Aggiunta del secondo anello di cemento per collegare lo scarico delle acque meteoriche


Qui ci siamo collegati al pozzetto esistente in mezzo al giardino condominiale (temporaneamente) per creare meno disagio possibile ai condomini, in quanto i lavori in toto sono durati una decina di giorni. Inoltre al termine di ogni giornata lavorativa veniva creato un collegamento temporaneo alla fognatura generale del complesso e l'indomani veniva smontato e pulita la parte interessata prima di ripartire con le nuove lavorazioni.


12. Foto del secondo tombino a cui mi sono collegato con il primo
Abbiamo proseguito dal tombino esistente di foto 12 scavando e demolendo la tubazione esistente in cemento con i risultati che vedrete qui sotto nelle foto 13, 14 ,15 e 16 e 17



13.Foto dello scavo al centro del giardino


14. Zona vecchio tombino al centro.

15. Particolare di un attraversamento individuato durante gli scavi


16. Interno scavo fino al cortile

17. Ingresso del scarico sotto il cortile dei Pioppi 1



Alla conclusione di questa fase lavorativa (terminata con la foto 17) di cui i resti della lavorazione li possiamo ammirare nella foto 18, ossia lo smaltimento della vecchia tubazione in cemento.
I particolari del degrado di essa sono riscontrabili in foto 19 e 20.
18. Resti della lavorazione dopo lo smaltimento delle tubazioni


19. Ingrandimento del tubazione smantellata per vederne il degrado


20. Altra foto del degrado della tubazione


PROBLEMI SULLA LINEA PIOPPI 1


Da qui in avanti sono iniziati i problemi in quanto ci siamo accorti di qual'era la causa di tale problema, ossia una leggera contro pendenza delle tubazioni (vedi le tre immagini precedenti dell'ultimo tratto) che impedivano lo scarico di tutta la linea a monte, ed il conseguente riempimento della fossa biologica precedentemente "sanificata". Tuttavia dovendo comunque garantire un minimo di servizio notturno della fognatura (i nostri orari di lavoro sono dalle 08.00 alle 12.00 e dalle 13.00 alle 17.00)  abbiamo dovuto nuovamente  realizzare l'allacciamento provvisorio (vedi foto 21 la panoramica dell'intervento e i dettagli in foto 22 e 23).
21. Panoramica dell'intervento temporaneo




22. Particolare del tombino in mezzo al giardino ed attraversamento tubo Enel e Telecom li in mezzo (sopra il tubo arancione)

23. Ingrandimento dell'allaccio sotto il cortile
Sotto in foto 24 c'è il disegno della sezione dello scavo, con una profondità di circa 100 cm una larghezza di 60 cm con la posa del tubo in Pead da Ø 200 cm, uno strato di sabbia a ricoprire di circa 30/40 cm ed il resto terra di riporto a ricoprire il tutto.
24. Sezione di scavo

COME E' STATO RISOLTO IL PROBLEMA IN MODO DEFINITIVO.

Per risolvere il problema in modo definitivo abbiamo dovuto pensare a come alzare le quote, e non potendo intervenire a valle del nostro intervento (vedi foto 17 e 23), perché altrimenti avremmo dovuto demolire tutto il cortile condominiale con un notevole esborso economico per i condomini, abbiamo optato per la demolizione a monte del nostro intervento sempre su linea fognaria.
Qui sotto vi riprendo sia ciò che era stato previsto, sia quello che poi è stato necessario fare come modifica viste le condizioni riscontrate durante i lavori. Sotto reinserirò la foto della planimetria particolare del preventivo (foto 25) e quella risultante dopo i lavori (foto 26), in modo da rendere più agevole la comprensione delle differenze e di seguito la realizzazione della variante partendo la muro del condominio. Vedi quadratino Rosso in foto 26).


     

25. Ingrandimento della planimetria di foto 1 in alto per intervento Pioppi 1





26. Intervento definitivo del Pioppi 1 con le varianti


Nelle due foto seguenti abbiamo inserito la nuova partenza della nuova fognatura esterna, con un foto d'inquadramento della situazione generale (foto 27) e con un sotto un aumento della pendenza di ben 50 cm da distribuirsi su 20 mt circa di fognatura, eliminando così tutte le contro pendenze che impedivano il deflusso dei liquami e causando il celere riempimento della fossa biologica.

27. Partenza della nuova linea acque nere acque bianche


28. Particolare della partenza e differenza di livello precedente



29. Particolare dell'uscita della partenza dal muro del condominio


30. Uscita dello scarico dal muro del condominio al primo pozzetto nel giardino 
Dopo la foto 29 abbiamo il nuovo tombino che uscente dal muro (foto 30) va a collegarsi con la fognatura esistente (foto 31)



31. Collegamento della parte extra preventivo con la fognatura prevista nel preventivo



Ed ecco come si presenta il nostro lavoro alla fine:


32. Altra foto del tombino sul marciapiede



 33. Fognatura completa definitiva già in fase di copertura con sabbia



34. Altra vista della asfaltatura e della fine dei lavori dopo la copertura della terra verso il cortile 


35. Asfaltatura finale su marciapiede per io buco nel muro